Emergency call: 112

La nostra storia

La nostra storia

2020


Oggi

In quasi 150 anni di storia, i Vigili del Fuoco volontari di Bolzano, con attualmente 61 membri e due autopompe, si sono trasformati in una potente e professionale brigata che è al servizio dei cittadini 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e 365 giorni all’anno e che garantisce a loro la sicurezza.

Durante l’assemblea generale annuale tenuta in febbraio 2020, la squadra ha confermato il precedente comando con il comandante Stefan Ramoser e il suo vice Philip Kleewein.

2000


Il nuovo millennio

Nell’assemblea annuale generale del 2000, Günther Sparber è stato nominato nuovo comandante dei pompieri di Bolzano. Aveva già assunto la carica di vicecomandante alcuni anni prima. L’aggiornamento è proseguito e nel giro di pochi anni è stato possibile acquistare un nuovo veicolo di soccorso, un veicolo con la gru, due piccoli veicoli, un piccolo veicolo attrezzato, un veicolo per il trasporto dell’equipaggio e un camion dei pompieri per il gruppo antincendio di Colle. Col passare degli anni l’area tecnica è stata costantemente aggiornata e sono stati effettuati sia la permuta che l’acquisto dei vari apparati operativi. Nel 2015, come previsto ogni cinque anni, ci sono state nuove elezioni e così l’ex vice comandante Stefan Ramoser è stato eletto all’unanimità come nuovo comandante. Philip Kleewein, che in precedenza ricopriva la carica di segretario, è stato nominato suo vice. Inoltre, sono stati fatti nuovi acquisti per sostituire le macchine ormai usate. È stato acquistata una nuova vettura con trazione integrale e autopompa antincendio e un veicolo da trasporto a trazione integrale

Alternativer Text

1980


Storia più recente

Negli anni successivi Hans Wenter fu nominato comandante e Luis Staffler il suo vice. Nuovi dispositivi e veicoli potevano sempre essere acquistati e il loro standard tecnico continuava ad aumentare. Per la prima volta c’era persino un veicolo apposta solo per il comandante. Nel 1980 la direzione si è dimessa e Anton Riegler sen. è stato eletto comandante della FF Bolzano.

Sono stati acquistati un veicolo con autocisterna, un piccolo camion dei pompieri, un veicolo per il trasporto della squadra e un piccolo veicolo attrezzato. Nel 1977 è stato istituito un altro gruppo antincendio. Si trova sul Colle, una piccola frazione a 1.800 metri di altitudine nel comune di Bolzano. A causa della ricorrente necessità di assistenza in questa zona e del fatto che la strada di accesso era in cattive condizioni e il tempo di percorrenza era troppo lungo, il gruppo antincendio è stato fondato in questa località. Verso la fine dell’era di Josef Reinisch come comandante dei vigili del fuoco di Bolzano, si avverò un desiderio tanto atteso dei pompieri. Questa è stata la nuova costruzione della rimessa per gli attrezzi in via macello e poi la sua inaugurazione nel 1999.

 1945


Secondo dopoguerra

Dopo la promulgazione dell’ autonomia per la regione Trentino-Alto Adige, nel 1947 due membri si sono messi alla ricerca di nuove reclute per i Vigili del Fuoco. Il 22 agosto 1947 è stata tenuta la prima congregazione di rifondazione in presenza di 65 nuovi vigili entusiasti. All’epoca, i Vigili del Fuoco volontari di Bolzano, avevano quattro zone d’operazione: Bolzano-centro, Dodiciville, Gries e Oltrisarco. Luis Oberrauch diventó comandante con Heinz Knapp come vice.

I Vigili del Fuoco erano suddivisi in vari reparti; ​ „die Steigerabteilung“, ​la quale si occupava dell’estinzione del fuoco nella zona di pericolo, ​il reparto motopompe, reparto manichetta, reparto tecnico e il reparto di pronto soccorso. Quest’ultimo aveva a disposizione un autoambulanza ed era gestito da un medico.

Grazie alla numerosa partecipazione di musicisti, è stato fondato persino un reparto di musica. Oltre ai Vigili del Fuoco professionisti ora a Bolzano nuovamente esistono i Vigili del Fuoco volontari. C’era una forte cooperazione tra le due associazioni e grazie alla cortesia del comandante dei Vigili del Fuoco professionali dell’epoca, sono stati messi a disposizione vari attrezzi e sono stati effettuati diversi esercizi e operazioni insieme. Ulteriormente, il comando della FF Bolzano ha installato un sistema di allarme tramite sirena. Sono stati acquistati nuovi attrezzi e macchinari, tra l’altro attrezzature di sicurezza. Nell’aprile del 1963 la FF Bolzano é stata dissolta e le quattro zone d’operazione sono diventate indipendenti.

 1874


La fondazione

Col passar del tempo i cittadini di Bolzano avevano iniziato ad apprezzare i Vigili del Fuoco e con il sostegno di molti, questa importante istituzione dal 17 gennaio 1874 è ufficialmente conosciuta come „Vigili del Fuoco volontari“. L’accesso era ora aperto a tutti, e i ginnasti rimasero gli istruttori.

Ci fu una rapida crescita e nel 1878 sono stati messi in funzione nuovi tubi dell’acqua con 79 idranti, che erano ovviamente molto più adatti per la lotta antincendio. Sempre più spesso i Vigili del Fuoco sono stati chiamati a varie operazioni, come numerosi incendi e alcuni disastri causati dalle inondazioni. Nel 1884 fu installato anche un telegrafo antincendio.

Nel 1902 fu commissionata una ​siringa a vapore?​ con caldaia a pressione riscaldata a legna per facilitare il trasporto dell’acqua e l’uso di tubi a pressione. Oggi questa si trova nell’edificio delle attrezzature dell’ FF Bolzano come pezzo di antichità.

Intorno al 1906, i Vigili del Fuoco volontari di Bolzano si trasferirono da Piazza Walther (dove oggi si trova l’Hotel Città) in Piazza Parrocchiale nella sala parrocchiale. Poco dopo il 50° anniversario dei Vigili del Fuoco, è iniziata la Prima Guerra Mondiale e tutte le associazioni, tra le quali il club di ginnastica e i Vigili del Fuoco di Bolzano, sono state sciolte dall’amministratore fascista della città nel 1925. Come in tutta Italia, sono state sostituite dai Vigili del Fuoco professionisti impostati dallo stato.

thin

 1827


L’inizio

L’inizio della storia dei Vigili del Fuoco di Bolzano risale all’anno 1827. Secondo il regolamento antincendio di Bolzano, l’istituzione era composta dal comitato (sindaco, perito edile), dal personale antincendio, il quale è stato posto dalle singole corporazioni sotto la direzione di artigiani idonei, nonché dal personale di ordine e soccorso, che comprendeva tutti gli insegnanti con altri cittadini, il reverendo clero, il medico della città e il medico di polizia. Anton Schiestl, un insegnante di ginnastica di Innsbruck, fondò nel 1860 uno dei più grandi club di ginnastica austriaci con 69 membri. Quando nel 1862 il sindaco Dr. Streiter si avvicinò a Schiestl per chiedere una squadra di servizio per la motopompa​ appena acquisita, l’11 novembre 1863, 74 ginnasti si impegnarono ad unirsi alla „Turnerfeuerwehr​“. Di seguito, Schiestl fu nominato loro comandante. Dopo anni di progressi seguì un periodo di inadeguatezze e i Vigili del Fuoco si sciolsero.